Consigli

ridurre volume capelli

Come ridurre il volume dei capelli

Ridurre il volume dei capelli è il desiderio di tutte quelle donne che hanno scelto un taglio capelli ricci corto ma anche di coloro che hanno capelli gonfi e vaporosi, alla radice o alle punte, sia che siano ricci, sia che siano lisci.

I capelli tendono a gonfiarsi per svariate ragioni, dall’umidità nell’ambiente circostante all’azione di phon e piastre che, a lungo andare, potrebbero danneggiare la struttura della fibra capillare.

Sfoltire i capelli aiuta a distribuire il volume sull’intera lunghezza, rendendo più leggere le varie sezioni della chioma e per questa ragione è la tecnica a cui si ricorre più spesso, per risolvere il problema dei capelli gonfi.

Vediamo quindi quali sono gli questo e gli altri metodi consigliati per diminuire il volume dei capelli.

Come sfoltire i capelli gonfi e voluminosi

Uno dei primi accorgimenti da usare riguarda gli “strumenti del mestiere”. Per sfoltire i capelli, infatti, è consigliabile utilizzare uno sfilzino o, ancora meglio, la forbice per parrucchieri.

La differenza rispetto a una forbice normale sta, oltre che nell’impugnatura ergonomica, nelle lame. La forbice per parrucchieri consente di realizzare capelli sfilzati e sfoltiti senza spezzarli né indebolirli, perché la lama è dentata. I dentini possono essere molto fitti oppure molto distanziati e la forbice può essere composta da una o più lame dentate che scorrono l’una sull’altra. A seconda del numero di lame e della tipologia di dentatura, si potranno ottenere risultati diversi e capelli sfilacciati di diverse lunghezze.

Se l’obiettivo è ottenere ciocche molto leggere, allora la forbice adatta è quella a rasoio mentre se si vuole alleggerire la chioma con tagli netti e realizzare geometrie, la forbice giusta è quella a coccodrillo. Le forbici per sfilare eliminano dal 15% al 30% di capelli in eccesso, si trovano nei negozi per parrucchieri o online sugli e-commerce di prodotti professionali per saloni da donna.

Il consiglio è di eseguire questa operazione sui capelli ancora umidi e di pettinare di tanto in tanto le lunghezze con una spazzola a denti stretti, così da eliminare gli eccessi e controllare la forma del taglio.

Sfoltire i capelli è la cosa giusta da fare?

Secondo alcuni parrucchieri sfoltire i capelli non è la soluzione da adottare per alleggerire la chioma, anche di fronte a chi ha molti, troppi capelli!

Le alternative sono: scegliere il taglio di capelli adatto alla struttura della fibra oppure usare prodotti per capelli che agiscano sulla struttura del capello.

Il primo consiglio riguarda le ricce: i capelli mossi o curly, infatti, tendono ad essere naturalmente voluminosi. Per renderli meno gonfi, scegliere tagli sfumati alle punte, non tagli pari con punte dritte che creerebbero il fastidioso effetto triangolo.

Un altro accorgimento riguarda l’uso del diffusore e il metodo di asciugatura: asciugare i capelli a testa in giù o comunque dal basso verso l’alto, fa gonfiare i capelli. Meglio ricorrere ad altri metodi, come il plopping.

Infine, usare prodotti adatti ai capelli crespi e ricci aiuta a ridurre il volume, perché queste maschere o balsamo sono studiati per ristrutturare la fibra, restituendole salute e una struttura compatta.

E se invece volessimo dare volume ai capelli?

Certo, non tutte le donne desiderano l’effetto piatto ma, al contrario, si trovano ad affrontare il problema opposto e cioè come dare volume ai capelli piatti?

Senza dover ricorrere alla permanente o ad altri metodi per arricciare i capelli artificialmente, utilizzare il diffusore a una temperatura media, procedendo con un’asciugatura dal basso verso l’alto.

Infine, il volumizzante capelli è la soluzione ideale per chi ha capelli molto sottili e fini. Non farà miracoli ma l’effetto finale è una chioma decisamente più setosa e vaporosa.