Trattamenti capelli

sostegno capelli

Capelli mossi naturalmente con il sostegno

Il sogno di molte donne è quello di avere capelli mossi naturali perfettamente definiti, morbidi e duraturi proprio come Chiara Ferragni in una famosa pubblicità Pantene. Ma è davvero sufficiente uno shampoo o una crema capelli per ottenere onde morbide e sinuose come queste?

chiara ferragni capelli

Fonte: Pantene

Sicuramente c’è chi ha la fortuna di avere capelli naturalmente morbidi e setosi, ma non è così per tutte le donne. Quelle tra noi che hanno una chioma indomabile, capelli folti e grossi che tendono a gonfiarsi con il primo accenno di umidità, sono le donne che sognano i capelli della Ferragni, senza però dover ricorrere al parrucchiere, a spazzola e phon o peggio alla piastra a onde.

La soluzione esiste ed è il sostegno per capelli. Vediamo di cosa si tratta.

Che cos’è il sostegno capelli

Il sostegno è un trattamento per avere onde morbide e durature, ideale per chi ha capelli lisci o lievemente mossi, da definire.

Come la permanente, il sostegno modifica chimicamente la struttura del capelli ma a differenza della permanente è un metodo meno nocivo per la salute del cuoio capelluto.

Ad ogni modo, il trattamento deve essere realizzato da un parrucchiere professionista e con prodotti per capelli professionali. Attenzione quindi ai tutorial capelli mossi che potreste trovare in rete: alcuni possono essere realizzati in casa, come il tutorial capelli mossi senza piastra e il tutorial capelli mossi con metodo plopping. Il sostegno no.

Come fare i capelli mossi con il sostegno

Il primo passo per realizzare il sostegno è applicare i bigodini: più sarà largo il bigodino, maggiore sarà la larghezza del boccolo.

Successivamente il parrucchiere applicherà un liquido a base di agenti chimici che modificheranno la struttura del capello aiutandolo ad assumere la forma a onda del bigodino.

Bigodini e liquido dovranno rimanere in posa per almeno 20 minuti. Fatto ciò il parrucchiere applicherà un fissante da lasciare in posa ancora per almeno 15 minuti.

Trascorso questo tempo, i bigodini potranno essere rimossi e si potrà procedere con il lavaggio.

Altri metodi per capelli mossi naturali

Il sostegno è un metodo complesso e lungo e richiede la presenza di un esperto. Come sappiamo però esistono tanti altri modi per fare i capelli mossi in casa. Dal plopping al ferro per arricciare i capelli fino alla schiuma.

La spuma per capelli è sicuramente il metodo più rapido per ravvivare l’ondulazione naturale del capello ed è indicato sia per chi ha capelli lisci sia per chi li ha ricci o mossi da ravvivare. Vediamo come scegliere il prodotto giusto e come usarlo.

Come fare i capelli mossi con la schiuma

Il procedimento è abbastanza semplice:

  1. Applicare sui capelli umidi e appena lavati.
  2. Dosare la quantità necessaria di schiuma nel palmo della mano.
  3. Posizionarsi con la testa in giù.
  4. Stendere sui capelli partendo dalle punte, fino alla radice.
  5. Applicare con una leggera pressione delle mani, senza schiacciare.
  6. Asciugare con il phon o meglio con il diffusore.

Scegliere la schiuma per capelli giusta

La prima cosa da considerare quando si sceglie la spuma è la sua composizione: gli ingredienti da evitare categoricamente sono gli estratti di petrolio e i benzoati.

La profumazione è un altro elemento determinante nella scelta di acquisto. Molte creme per capelli, schiume e spume hanno un odore intenso ma questo non è sinonimo di qualità, al contrario! Meglio scegliere prodotti quanto più naturali possibile.

Il prezzo, naturalmente, incide sulla scelta: quanto costa una schiuma per capelli professionale? E quanto quella da supermercato? I prezzi sono molto diversi e una ragione ci sarà. Il nostro consiglio è di spendere qualche euro in più per avere maggiore qualità.

Infine il packaging e il sistema per applicare la schiuma: le confezioni più comode sono quelle con dosatore spray, il comodo beccuccio che evita gli sprechi e consente di “spruzzare” una monodose per volta.

Et voilà!