Consigli

capelli sport

Capelli e sport: consigli e trucchi per chiome sempre in ordine

Quasi tutte le donne, ciascuna a modo suo, si prendono cura del proprio corpo. C’è chi preferisce praticare sport, chi dedica ore al make-up e chi ai capelli. Se rientrate nella prima categoria e preferite i capelli lunghi ai tagli corti o rasati, saprete bene quanto è difficile gestire una chioma fluente se si pratica uno sport, rimanendo al contempo ordinate e femminili!

In questo articolo vediamo alcuni accorgimenti da prendere se si praticano piscina, pallavolo, corsa o arti marziali.

Come portare i capelli in palestra e in piscina

In alcuni luoghi come palestre e piscine, vigono regole molto restrittive che impongono di raccogliere i capelli in una coda alta oppure di racchiudere i capelli lunghi all’interno della cuffia. Rispettare queste regole è basilare, soprattutto per evitare di contrarre infezioni e limitare il diffondersi di batteri e microbi in ambienti sovraffollati come piscine e palestre. Certo, anche l’occhio vuole la sua parte ma non temete: coda di cavallo e cuffia possono diventare due acconciature degne di una rivista di moda, se seguirete questi semplici consigli.

La coda alta

La coda alta lascia scoperto il volto e mette in risalto i tratti più belli del viso, ma anche quelli più marcati o che vorremmo invece nascondere. Truccarsi per andare in palestra, di sicuro non è una buona soluzione per nascondere certe imperfezioni. D’altro lato, la comodità non sempre va di pari passo con l’eleganza: ma è vero?

Secondo noi no e anche in palestra, una coda di cavallo, può trasformarsi in una acconciatura personalizzata. È il caso della versione spettinata della pony tail, abbinata a elastici e accessori colorati, oppure della coda con treccia, ideale per chi ha capelli davvero molto lunghi e pesanti.

E poi, vogliamo negare il gran vantaggio della coda, di nascondere i capelli sporchi e unti?

Combattere la perdita capelli con la cuffia

Una problematica comune è la perdita di capelli soprattutto in particolari periodi dell’anno. In piscina è assolutamente vietato entrare in acqua senza cuffia, soprattutto per questa ragione. Ma chi ha detto che la cuffia capelli è antiestetica?

In estate potrete scegliere turbanti da sfoggiare a bordo piscina o cuffie in microfibra coloratissime: in commercio se ne trovano in tinta, a fantasia floreale o ritmo geometrico. In questo modo proteggerete voi stessi e gli altri da possibili infezioni, preservando anche il colore capelli che il cloro, invece, tenderebbe a schiarire.

Il sudore fa male ai capelli?

La sudorazione è un processo normale che si manifesta durante tutto l’arco della giornata e con cui l’organismo espelle acqua e tossine. Durante le attività fisiche è quindi normale che avvenga una produzione di sudore anche maggiore rispetto al normale.

Anche i capelli sono interessati da questo fenomeno e si consiglia quindi, al termine delle attività, di risciacquare con acqua dolce la chioma per eliminare il sebo in eccesso.

Il sudore infatti, potrebbe indebolire i follicoli  e incidere negativamente sulla ricrescita dei capelli, provocandone una caduta eccessiva.

Che cos’è l’iperidrosi

L’iperidrosi è l’eccessiva sudorazione causata da fattori molto diversi, emozionali o anche ambientali. Solitamente, l’iperidrosi si manifesta quando le ghiandole endocrine non funzionano regolarmente e così si manifesta l’eccessiva produzione di sudore.

Quando si pratica sport, il sudore aiuta a eliminare le tossine presenti nel corpo e anche il cuoio capelluto è interessato da questo fenomeno. Se la sudorazione è eccessiva anche quando non si sta praticando sport, allora si tratta di iperidrosi e sarà necessario consultare uno specialista. Negli altri casi non temete, è tutto regolarmente sotto controllo!